COSTO ESCURSIONE

35Persona
  • MINIMO 3 PERSONE
  • TOUR ADATTO A CICLISTI ALLENATI
  • POSSIBILITA’ DI NOLEGGIO E-BIKE

Richiedi informazioni

Seconda salita del Monte Sacro, meno lunga del versante da Romano, ma non per questo meno impegnativa, molto bella a nostro avviso, forse la più bella delle varie opzioni da scegliere per arrivare alla vetta, ma sicuramente da non sottovalutare per intensità e difficoltà.
La salita inzia dal paese di Semonzo, appena superata la Chiesa comincia la nostra scalata, saranno 18.50 chilometri che vivremo intensamente, i primi nove chilometri non saranno mai sotto l’8% e solo nei numerosi tornanti che affronteremo sarà possibile rifiatare.
Molto suggestive le gallerie scavate nella roccia poco prima di Campocroce, dove la strada spiana e per alcuni tratti si respira grazie alla leggera discesa, nei pressi di Campocroce troviamo un punto ristoro che ci permetterà di recuperare acqua per le nostre borracce, molto utile nei mesi estivi, e anche un pò di energie per affrontare il tratto finale che sarà la parte più impegnativa dell’intera salita.
Un chilometro dopo Campocroce infatti si gira a destra e si sale verso Rifiugio Bassano, la salita si presenta subito oltre il 10% con tratti che arrivano al 13%, e per circa quattro chilometri non ci darà tregua.
Il paesaggio che si apre sotto i vostri occhi è davvero impressionante e per molti tratti si viaggerà con la pianura sottostante che vi farà comprendere bene quanto si elevi il Monte Grappa, se siete fortunati nelle giornate più limpide si arriva a vedere il mare.
La parte finale, tranne un breve tratto di discesa, continuerà con pendenze sempre sopra la 10%, e la vista del rifugio sarà una benedizione che per i vostri occhi e per le vostre gambe.
Questo versante è stato molte volte oggetto di cronoscalate anche del Giro d’italia, e di molte altre competizioni giovanili, scalarlo sarà sicuramente una conquista per ogni amatore che voglia riempire il proprio palmeres di una delle salite più toste d’Italia.