COSTO ESCURSIONE

35Persona
  • MINIMO 3 PERSONE
  • TOUR ADATTO A CICLISTI ALLENATI
  • POSSIBILITA’ DI NOLEGGIO E-BIKE

Richiedi informazioni

Coloro che si definiscono ciclisti veri devono avere nel loro curriculum questa salita, il Monte Grappa, oltre ad essere una montagna Sacra per le note battaglie nella prima guerra mondiale, rappresenta una vera sfida per molti ciclisti.
Seconda per lunghezza e dislivello solo alla salita dello Stelvio , questa montagna che si erge direttamente dalla pianura padana, rimane per molti un obbiettivo da mettere nelle salite da fare.
Accessibile da diversi versanti vogliamo oggi portarvi a scoprire alcuni dettagli di questa salita, secondo alcuni la più facile, ma anche la più lunga,  sperando che quando sarete pronti per affrontarla lo facciate consci di quello che vi aspetta.
La partenza avviene dal paese di Romano d’Ezzelino, quota 200 metri, si sale lungo la statale Cadorna, strada intitolata al generale che la realizzò nel 1916, subito inizieranno i tornarti che per 26 chilometri vi accompagneranno, e in alcuni casi li benedirete, fino al Rifugio Bassano quota 1726 slm che domina la cima del monte, dove si trova anche un colossale monumento ai caduti della Guerra, il Sacrario del Monte Grappa.
Verso la metà della salita, precisamente fra il 12esimo e il 16esimo chilometro potrete respirare e recuperare qualche energia per affrontare gli ultimi 10 chilometri che saranno anche i più duri, alla fine della salita che potrà durare fra le due e le tre ore e mezza, avrete accumulato 1500 metri di dislivello e percorso 26 km, una salita da veri duri, che alla fine segnerà le vostre gambe ma riempirà il vostro cuore di orgoglio e soddisfazione.