CICLABILE COLLI EUGANEI

L’anello dei Colli Euganei è il più famoso percorso ciclabile della zona, un giro ad anello come il nome chiaramente suggerisce, accessibile da diversi punti lungo il percorso e per molti tratti escluso ai mezzi a motore.
Quasi tutti i km dell’anello sono in asfalto, tranne alcuni tratti che si percorrono su sterrato battuto: per coloro che intendono avventurarsi da soli è consigliabile farlo con una bici da turismo o una mountain bike.

Il percorso inaugurato nel 2012 oggi risulta essere uno dei percorsi più frequentati dai turisti e dai locali, facilmente riconoscibile dalla segnaletica che trovate lungo il percorso e identificata con la sigla E2, lungo tutti i 63 km di lunghezza è facile trovare dei parcheggi dove è possibile lasciare l’auto per dedicarci alle due ruote, il nostro suggerimento è di percorrerlo in senso orario.

INFORMAZIONI SUL PERCORSO CICLABILE DEI COLLI EUGANEI “E2”

L’anello ciclabile dei Colli Euganei si snoda lungo il perimetro del Parco Regionale Colli Euganei  è un percorso molto suggestivo che ti sorprende chilometro dopo chilometro, il continuo susseguirsi di panorami mozzafiato avrà un costante compagno di viaggio:  il profilo dei Colli Euganei.
Innumerevoli saranno i corsi d’acqua, ville, castelli, e antiche abbazie che incontreremo lungo il percorso.

Per affrontarlo si richiede un minimo di allenamento, il riferimento per un cicloturista mediamente allenato il tempo di percorrenza potrebbe essere di 4-5 ore, ma il nostro consiglio è di prevedere una giornata intera e di inserire alcune interessanti deviazioni visto che si attraversano alcuni dei luoghi e dei borghi più caratteristici e belli della Pianura Veneta oltre che di notevole interesse eno-gastronomico.
Un pausa in qualche struttura dei colli potrà ritemprarvi nel corpo e nello spirito, pronti per ripartire.

PUNTO DI PARTENZA CONSIGLIATO

Per coloro che decideranno di iniziare il percorso da Bresseo di Teolo, appena si inforca la bici già ci si trova di fronte ad una delle meraviglie dei Colli, l’Abbazia di Praglia, fondata tra l’XI e il XII secolo,  il monastero gestito oggi da Frati Benedettini è visitabile sempre, tranne i lunedi  e nelle festività più importanti.
Sulla ciclabile si costeggia anche il monastero di San Daniele, entrati nel comune di Montegrotto si può ammirare Villa Draghi, che domina la pianura dalla sua posizione sopraelevata (facilmente raggiungibile), la tappa successiva è Battaglia terme, importante centro termale e sede del museo della Navigazione dove ammirare anche l’inconfondibile mole del Castello Del Catajo  (sec. XVI).

Dopo Aver percorso circa un quarto dell’anello prima di entrare a Monselice potrete ammirare Villa Emo, la città di Monselice rappresenta con Este uno  dei più importanti centri urbani ai piedi dei Colli Euganei, famoso per la Rocca, il castello e le sette chiesette che si possono ammirare salendo al Castello.

Lasciata Monselice la meta successiva è Este,  città murata con il suo Castello Carrarese del 1300, che esige una sosta prolungata, magari per il pranzo visto che siamo ormai a metà percorso….i giardini curatissimi e le vie del centro porticate sono perfette per trovare un posto dove ristorarsi

Ritornando verso nord i punti di interesse sono ancora molti e in rapida successione si può segnalare il  parco delle Ginestre, di interesse botanico e piacevole per sostare, cava Bomba con il museo Paleontologico, Lozzo Atestino che rappresenta un importante snodo lungo il percorso. Circumnavigando l’omonimo monte è possibili visitare il castello di Valbona, per poi ritornare al percorso originale, da qui attraverso una splendida campagna si passa da Bastia e  si ritorna a Teolo superando l’unica asperità del percorso nei pressi del Monte Sereo.

ANELLO DEI COLLI EUGANEI MAPPA

anello ciclabile colli euganei mappa

DA VEDERE LUNGO L’ANELLO CICLABILE

1° deviazione consigliata:

visita al borgo di Arquà Petrarca: a pochi km da Monselice è possibile arrivare in uno dei luoghi più caratteristici e meglio conservati dei Colli: Arquà Petrarca, borgo medioevale dove si può visitare la Casa Museo del Poeta Francesco Petrarca e il paesino caratterizzato dalla coltivazione delle Giuggiole, frutto a cui è dedicata la sagra in autunno.

arquà petrarca 

2° deviazione consigliata:

da Battaglia Terme a cinque chilometri verso l’interno rimanendo sempre in pianura si arriva a Valsanzibio dove si trova Villa Barbarigo, con i suoi splendidi giardini, labirinto e laghetti per i quali consigliamo una visita.

 

3° deviazione consigliata:

da Teolo verso l’interno a tre chilometri si trova il paese di Luvigliano con  la sua Villa Vescovi dal 2005 proprietà del FAI.